Contributo bar, piscine e ristoranti. Il modello per le istanze

La finestra temporale per l’invio delle istanze si è aperta il 22 novembre e si conclude il 6 dicembre

Tutto pronto per i titolari di ristoranti, bar, piscine, attività di catering e di organizzazione di cerimonie che intendono richiedere i contributi destinati a questi settori in difficoltà dal decreto “Sostegni-bis”. La finestra temporale per l’invio delle istanze si è aperta il 22 novembre e si conclude il 6 dicembre.

Al termine del periodo di presentazione l’Agenzia ripartirà le risorse finanziarie nella misura del 70% a tutti i richiedenti che hanno validamente presentato l’istanza. In aggiunta, il 20% sarà assegnato alle imprese con ricavi 2019 superiori a 400mila euro e il restante 10% a quelle con ricavi superiori a 1 milione di euro. 

I destinatari, del contributo. sono le attività di ristorazione, somministrazione di gelati e pasticceria, catering per eventi, bar, gestione di piscine e organizzazione di feste e cerimonie.

Di cosa si tratta
Il decreto interministeriale (ministero dello Sviluppo economico di concerto con il ministero del Turismo e il ministero dell’Economia e delle finanze) prevede che possano accedere al contributo “ristorazione, bar e altri settori in difficoltà” le imprese che svolgono attività prevalente – comunicata all’Anagrafe Tributaria con il modello AA7 o AA9 - corrispondente a uno dei codici Ateco 56.10, 56.21, 56.30, 93.11.2 o 96.09.05 e che il danno da emergenza Covid-19 sia testimoniato da una riduzione minima del 40% tra i ricavi dell’anno 2019 e quelli dell’anno 2021.
Particolare modalità di quantificazione del danno è prevista per le imprese che hanno attivato la partita Iva nel corso dell’anno 2020, le quali confrontano la media mensile del fatturato e corrispettivi dei mesi dell’anno 2020 successivi all’attivazione e la media mensile del fatturato e corrispettivi dell’anno 2021.

Il decreto interministeriale stabilisce inoltre ulteriori requisiti: le imprese richiedenti devono avere la sede legale o operativa nel territorio italiano, risultare iscritte e attive nel Registro delle imprese tenuto presso la Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura, non essere in liquidazione o sottoposte a procedure concorsuali e non essere già in difficoltà al 31 dicembre 2019.

Sono esclusi i soggetti destinatari di sanzioni interdittive ai sensi dell’articolo 9, comma 2, lettera d), del Dlgs n. 231/2001 o che si trovano in altre condizioni previste dalla legge come causa di incapacità a beneficiare di agevolazioni finanziarie pubbliche.

Il modello dell’istanza
Al provvedimento firmato sono allegati il modello dell’istanza per la richiesta del contributo e le istruzioni per la compilazione.
Il modello contiene diverse sezioni: quella dedicata ai dati identificativi del richiedente, nella quale è possibile indicare situazioni di continuazione dell’attività di altro soggetto a seguito di confluenza nel richiedente (decesso, operazioni di riorganizzazione aziendale), quella dedicata ai requisiti posseduti, quelle dedicate all’Iban corrispondente al conto corrente sul quale verrà accreditato il contributo, alla firma e all’impegno a trasmettere da parte dell’intermediario delegato e infine quella dedicata alla dichiarazione sostitutiva di atto notorio relativa al rispetto delle condizioni e al non superamento del massimale triennale previsti dal regime degli aiuti di Stato “de minimis” di cui al regolamento n. 1407/2013/Ue.

Il contributo verrà erogato ai soli soggetti che non hanno superato il massimale del regime “de minimis”, in misura pari al minore tra l’importo determinato in fase di ripartizione dei fondi e il plafond residuo di aiuti determinato come differenza tra il massimale previsto e l’importi di aiuti già ottenuti indicato nell’istanza.

Poiché la dichiarazione sostitutiva relativa agli aiuti del regime “de minimis” deve essere compilata con riferimento agli aiuti ottenuti dall’intera impresa unica, nel caso in cui il richiedente si trovi in una relazione di controllo con altre imprese, è presente il quadro B per l’indicazione dei codici fiscali degli altri soggetti facenti parte dell’impresa unica.

La presentazione dell’istanza
L’istanza può essere presentata tra il 22 novembre e il 6 dicembre 2022 esclusivamente in modalità telematica, tramite la procedura web che verrà messa a disposizione all’interno del portale “Fatture e corrispettivi”. In alternativa, è possibile predisporre un file contenente anche più istanze, mediante un software di mercato predisposto secondo le specifiche tecniche allegate al provvedimento e invio attraverso il canale telematico Entratel/Fisconline (via desktop telematico).

È possibile delegare alla presentazione dell’istanza il proprio intermediario, il quale deve possedere delega al cassetto fiscale o la delega “Consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici” del portale “Fatture e Corrispettivi”, o ancora deve autocertificare di aver acquisito specifica delega per la presentazione dell’istanza in questione.

La sostituzione di un’istanza presentata con dati errati può avvenire presentando una nuova istanza entro il termine del 6 dicembre 2022. Se invece il richiedente verifica di aver richiesto un contributo non spettante, entro la stessa data può inviare istanza di rinuncia.

Controlli ed erogazione del contributo
L'elaborazione delle istanze avviene in due fasi successive.
Ad una prima fase di controlli preliminari, con relativa messa a disposizione di ricevuta di acquisizione istanza o di scarto motivato, segue l’elaborazione finale di tutte le istanze, durante la quale vengono eseguiti controlli più approfonditi (tra i quali la verifica dell’intestazione o cointestazione al richiedente del conto corrente di cui all’Iban indicato, mediante cooperazione con PagoPa Spa).

Al termine, l’Agenzia procede alla ripartizione dei fondi stanziati con la modalità fissata dal decreto interministeriale che prevede importi crescenti in proporzione ai ricavi 2019 conseguiti dai richiedenti. Più specificatamente, il 70% deli fondi viene ripartito su tutti i beneficiari indipendentemente dalla fascia di ricavi 2019, il 20% dei fondi viene ripartito tra i soli beneficiari con ricavi 2019 superiori a 400mila euro e infine il 10% dei fondi viene ripartito tra i soli beneficiari con ricavi 2019 superiori a 1 milione di euro.

Successivamente alla ripartizione delle risorse finanziarie, l’Agenzia dispone i mandati di pagamento ed espone l’esito finale dell’istanza al link “Contributi a fondo perduto – Consultazione esito” del portale “Fatture e Corrispettivi”.
Qualora venissero determinati contributi spettanti di importo superiore a 150mila euro, i beneficiari ne vengono a conoscenza consultando il link sopra indicato e per ottenere l’emissione del mandato di pagamento devono presentare la dichiarazione antimafia, redatta sul modello che sarà pubblicato sul sito internet dell’Agenzia e da inviare via Pec all’indirizzo cop.Cagliari@pce.agenziaentrate.it entro il 16 gennaio 2023.

Il provvedimento, infine, illustra i controlli che possono essere svolti successivamente all’erogazione e fornisce indicazioni sulle modalità operative per la restituzione del contributo ottenuto ma non spettante.

28 novembre 2022
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Whatsapp
Condividi su Google Plus
Condividi via posta elettronica
NEWS CORRELATE
Rottamazione cartelle esattoriali

Per effetto di questa norma possono essere stralciati tutti gli interessi compresi nei carichi (in primo luogo, quindi, gli interessi da ritardata iscrizione a ruolo), le sanzioni amministrative, gli interessi di mora e gli aggi di riscossione.

2 febbraio 2023
Registro imprese storiche: aperte le iscrizioni per le imprese nate fino al 1922

Per valorizzare le imprese che hanno compiuto 100 anni al 31 dicembre 2022, sono aperte le iscrizioni al Registro imprese storiche.

27 gennaio 2023
Lotteria scontrini: nuovo provvedimento dell’Agenzia delle Entrate

L’Agenzia delle Entrate ha emanato il Provvedimento n. 15943/2023, con cui fornisce i dettagli e le specifiche tecniche necessarie al riconoscimento della conformità dei registratori telematici e dei server RT, in correlazione al recepimento delle nuove disposizioni relative alla trasmissione dei dati per la “lotteria istantanea”.

24 gennaio 2023
SALDI, PARTENZA SPRINT

Sono partiti oggi, 5 gennaio, a Firenze e nel territorio della Metrocittà i saldi invernali nelle oltre 2000 attività della PMI moda abbigliamento e calzature.

5 gennaio 2023
Legge di Bilancio 2023. Le principali novità

Gli interventi comprendono le misure di sostegno per famiglie e imprese per fronteggiare l’aumento dei costi dell’energia nei primi tre mesi del 2023, la stretta sul reddito di cittadinanza, le misure di ‘tregua fiscale’, con dieci forme di sanatoria che coprono le fasi dalla dichiarazione dei redditi alle cartelle esattoriali, due ulteriori sanatorie che riguardano le criptovalute e i versamenti delle società sportive.

3 gennaio 2023
Cybersecurity: la sicurezza on line per le imprese

Il Punto Impresa Digitale (PID) della Camera di commercio di Firenze in collaborazione con Infocamere e Dintec organizza un seminario in presenza.

2 dicembre 2022
Moneta elettronica: Confesercenti, problema sono commissioni, non le sanzioni

Che la questione delle sanzioni sul POS sia diventata l’argomento più da attenzionare della manovra di bilancio ci pare veramente paradossale. Il problema della moneta elettronica non sono le sanzioni, il problema sono le commissioni. Così Confesercenti.

30 novembre 2022
Imprese. Accordo tra Confesercenti ed Intesa San Paolo

CONFESERCENTI E INTESA SANPAOLO hanno siglato un accordo che mette a disposizione delle piccole imprese un plafond creditizio di 5 miliardi di euro.

28 novembre 2022
Quale modello di Logistica nella Firenze che cambia?

Questo il tema, di grande rilievo ed importanza, del confronto organizzato nelle giornata di giovedì 24 Novembre presso la Sala D’Arme di Palazzo Vecchio, da Comune di Firenze, Confesercenti Città di Firenze e Toscandia.

24 novembre 2022
Sicurezza. Accordo tra Confesercenti Firenze e Infosystem Smart Security

Infosystem riconoscerà alle imprese associate a Confesercenti Firenze un trattamento di favore per l'acquisto del servizio di video allarme antirapina collegato alle Forze dell'Ordine locali.

10 novembre 2022
Entra in negozio e taglia il parcheggio.

Dopo alcuni incontri tra Confesercenti Firenze, Comune di Firenze, Fipark e Comitato Parterre, nasce l’iniziativa, ad implementare la convenzione già esistente, “Entra in negozio e Taglia il Parcheggio” che permetterà agli utenti che utilizzeranno la struttura del Parcheggio del Parterre di ridurre il costo della sosta.

7 novembre 2022
ToscanaJobs. La risposta per le imprese che cercano personale qualificato!

ToscanaJobs è lo strumento volto a sostenere sia tutte quelle persone che sono alla ricerca di un lavoro, sia le aziende che ricercano personale qualificato in linea con le loro esigenze. Si tratta di un portale, un “luogo virtuale”, dedicato all’incrocio tra domanda e offerta.

25 ottobre 2022
Caro Bollette. Taglia il costo della tua utenza

Con il Decreto Aiuti ter vengono confermati i contributi straordinari, sotto forma di crediti d’imposta, in favore delle imprese per l’acquisto di energia elettrica e gas naturale. Il prolungamento, questa volta, è per due mesi.

10 ottobre 2022
La tua azienda è in salute?

L’Ufficio Credito di Confesercenti Firenze ti offre l’opportunità di una consulenza gratuito per verificare quali strumenti puoi applicare per monitorare i dati economici, patrimoniali, finanziari, e l’andamento della tesoreria aziendale per evitare di far scattare i segnali di allarme previsti dalla normativa.

3 ottobre 2022
Bonus "Anti Inflazione" per i lavoratori autonomi

E’ stato  pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto attuativo del bonus 200 euro per autonomi e professionisti, con i criteri e le modalità per inoltrare la domanda di indennità una tantum prevista dal Decreto Aiuti.

28 settembre 2022
Sportello SOS Bollette Shock

Nell’ottica di supportare le imprese in questa drammatica fase di rialzo dei costi energetici, Confesercenti Firenze mette in campo lo sportello SOS BOLLETTE SHOCK

8 settembre 2022
Dal 1 luglio in vigore il Protocollo aggiornato per salute e sicurezza sui luoghi di lavoro

Il protocollo contiene linee guida condivise tra le Parti per agevolare le imprese nell’adozione di protocolli di sicurezza anti-contagio in considerazione dell’attuale situazione epidemiologica e della necessità di conservare misure efficaci per prevenire il rischio di contagio.

1 luglio 2022
Microcredito. Una nuova opportunità di finanziamento

Attraverso il microcredito vengono concessi finanziamenti fino a 72 mesi finalizzati a sostenere l'avvio o lo sviluppo di una attività di lavoro autonomo o di microimpresa, organizzata in forma individuale, di associazione, di società di persone, di società a responsabilità limitata semplificata o di società cooperative, nonché servizi accessori di assistenza e monitoraggio.

17 giugno 2022
Dal 1° luglio 2022 scatta l’obbligo della fattura elettronica anche per i forfettari

Confesercenti mette a disposizione dei propri clienti strumenti ad hoc e all’avanguardia che, insieme all’assistenza dei propri consulenti, permettono una gestione completa della fatturazione attiva e passiva ed un migliore monitoraggio dei dati aziendali.

14 giugno 2022
PARTONO I RINNOVI DELLE CONCESSIONI PER GLI AMBULANTI DELLA CITTA’: UN PRIMO PASSO PER RIQUALIFICARE I MERCATI!

Con l’approvazione della delibera di ieri da parte della Giunta Comunale, anche il Comune di Firenze si predispone al rilascio del rinnovo dodicennale delle concessioni di commercio su area pubblica, procedendo prima per i Mercati Coperti, poi per i Mercati Rionali e Fiere, dopo per i chioschi, ed infine per i raggruppamenti turistici e posteggi isolati del centro storico.

10 giugno 2022
Provvedimento dell’Agenzia della Entrate per il riconoscimento del contributo a fondo perduto per i settori del wedding, dell’intrattenimento e dell’organizzazione di feste e cerimonie e dell’HO.RE.CA

Rientrano tra i beneficiari le imprese con sede legale o operativa in Italia, che nel 2020 hanno subito una riduzione dei ricavi e del risultato d’esercizio non inferiore al 30% rispetto all’anno precedente. L’importo riconosciuto sarà accreditato direttamente sul conto corrente del beneficiario.

10 giugno 2022
Incontra il Futuro della Tua Azienda! Rivolgiti a Confesercenti Firenze

Confesercenti è uno strumento importante ed incisivo di tutela e di crescita dell’imprenditoria; svolge nei confronti del propri aderenti non soltanto funzioni di rappresentanza sindacale, ma anche di ricerca e selezione di nuove opportunità imprenditoriali, di regolamentazione degli interessi economici, di erogazione di servizi e assistenza tecnica, commerciale e finanziaria.

24 maggio 2022
Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Firmato un Protocollo d’Intesa tra Inail e Confesercenti Firenze

In un momento particolarmente complesso per le imprese, a seguito delle conseguenze economiche e finanziarie della pandemia da Covid 19 e della recente crisi ucraina, è di fondamentale importanza mettere in campo interventi volti a sostenere gli imprenditori e a promuovere programmi di intervento in materia di sicurezza e salute sul lavoro. Ed è in quest’ottica che si arriva alla firma del Protocollo d’intesa, il primo di questo genere tra INAIL ed un’associazione di categoria.

24 marzo 2022
Nuove Imprese a Tasso 0. Riapertura Sportello

Dal 24 marzo, alle ore 12.00, riapre lo sportello "ON – Oltre Nuove Imprese a tasso zero", per la presentazione delle domande da parte di giovani e donne che vogliono avviare nuove imprese su tutto il territorio nazionale.

23 marzo 2022
Imprese. Regolarizzazione degli indirizzi PEC

Con l’art. 37 del D.L. n. 76/2020 convertito con la L. 120/2020, il legislatore ha richiamato l’obbligo previsto per le imprese costituite in forma societaria, nonché per le imprese individuali, di dotarsi di un indirizzo di posta elettronica certificata valido, univoco e funzionante: indirizzo da comunicare al registro delle imprese.

27 gennaio 2022
Visto conformità per cessione crediti o sconto in fattura su Bonus ristrutturazioni, Superbonus e Bonus facciate. Rivolgetevi a Confesercenti Firenze

Con il DL 11 novembre 2021 n. 157 (c.d. decreto “antifrode”) è stato esteso l’obbligo del visto di conformità su tutte le comunicazioni di opzione per operare la cessione del credito o lo sconto in fattura relativamente alle detrazioni previste per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, efficienza energetica, rischio sismico, impianti fotovoltaici e colonnine di ricarica.

14 gennaio 2022
Accordo tra Confesercenti Firenze e Firenze Servizi SCSO. Attività di sanificazione

Firenze Servizi riconoscerà agli associati Confesercenti Firenze un trattamento di favore sull'attività di sanificazione di grandi e piccoli ambienti, chiusi e/o aperti, alimentari, industriali, civili e sanitari.

2 febbraio 2021
DVR aziendale. Attenzione e verifica

Trascorso il periodo delle riaperture, e dopo aver analizzato il rischio biologico da Covid-19 e integrato il proprio DVR con i protocolli anticontagio, questa è l’occasione di controllare il DVR aziendale e verificare

19 giugno 2020
  • Confesercenti Nazionale
  • Confesercenti Toscana
  • Cescot Firenze
  • Fondazione sviluppo urbano
  • Ebct
  • ConfesercentiLab
  • Sistema Gestione Urbana
  • Italia Comfidi
  • Regione Toscana
  • Città Metropolitana di Firenze
  • Comune di Firenze
  • Camera di Commercio

Confesercenti Firenze - piazza Pier Vettori, 8/10 Firenze
Tel.: +39 055 27051 - Fax: +39 055 224096 - C.F. 80023990486

Sito conforme agli standard W3C (World Wide Web Consortium)

Valid XHTML 1.0 Transitional